INGHILTERRA: CONTRACCETTIVI SOTTOCUTANEI A SCUOLA SENZA CONSENSO DEI GENITORI

image

E ‘interessante riflettere su quali questioni le scuole considerino degne di un avviso per i genitori. In una scuola a Hull, in Inghilterra, è stato somministrato un impianto contraccettivo a una ragazza di 12 anni, senza avvisare i suoi genitori.
In realtà, un intero anno è passato prima che Bernadette Jessop sapesse che sua figlia, Layla Rylands, aveva ricevuto l’impianto a rilascio di ormoni. Dopo aver scoperto quello che era successo, Jessop era incredula. Ha detto al Mirror: “Mi sono sentita male. La scuola ha chiesto non molto tempo fa il consenso per far guardare un film sul sesso a mia figlia. Non l’ho dato fino a quando ho capito che cosa contenesse, ma io non ho la possibilità di acconsentire per l’impianto?”.
Secondo l’articolo, la scuola che Layla frequenta – Ashwell Academy – è per gli studenti con bisogni complessi. Gli operatori per la salute sessuale del consiglio comunale hanno visitato la scuola nel 2014 per insegnare agli studenti la contraccezione. Mentre erano lì, gli operatori dovevano impiantare l’asta dele dimensioni di un fiammifero sotto la pelle di ogni ragazza che sembrasse “competente” a decidere sulla procedura. A quanto pare, Layla era il solo candidato.
“Come si può ritenere competente un bambino con problemi?” Chiede Jessop.
L’impianto del dispositivo può causare sanguinamento irregolare insieme ad altri gravi effetti collaterali, tra cui nausea e ittero.
Eunice Evans, la preside della scuola, ha detto che la misura è stata presa per garantire il benessere degli studenti. Ha detto al Hull Daily Mail, un giornale locale: “La scuola ha un dovere di diligenza nei confronti dei suoi studenti, alcuni dei quali sono estremamente vulnerabili, e la loro salute e il loro benessere sono la nostra maggiore preoccupazione. Anche se non possiamo commentare i singoli casi, la scuola vorrebbe rassicurare genitori che ogni richiesta di uno studente di incontrare il team infermieristico della scuola è trattata in linea con le procedure adottate da tutte le scuole. Come con qualsiasi altra consultazione sanitaria, l’argomento di discussione è riservato tra lo studente e l’infermiera della scuola, dunque, ci fidiamo che gli operatori sanitari agiscano in conformità all’interno dei propri protocolli e linee guida”.

Fonte: http://www.examiner.com/article/school-gives-12-year-old-contraceptive-implant-without-parental-consent

Annunci