ABORTO PER SMEMBRAMENTO, PRATICA DISUMANA NEL CIVILISSIMO OCCIDENTE

image

Il 7 aprile il governatore repubblicano del Kansas, Sam Brownback, ha firmato una legge innovativa denominata Unborn Child Protection from Dismemberment Abortion Act, cioè legge a protezione del bambino non nato dall’aborto per smembramento.
La legge entrerà in vigore il 1° luglio e il Kansas è il primo Stato in U.S. ad adottare questa norma.

Ciò significa che l’aborto per smembramento, che non viene praticato in Italia, è però possibile nel civilissimo Occidente.

Si tratta di una procedura orribile mediante la quale un feto vivo viene fatto letteralmente a pezzi, che vengono strappati via uno ad uno. Chiaramente, durante questa procedura, il bambino resta vivo per un certo periodo di tempo mentre gli arti vengono recisi.

image

Lo scopo di questa barbarie è duplice: da una parte facilitare il passaggio di ciò che resta del bambino attraverso il canale del parto e in secondo luogo assicurarsi che non possa nascere vivo affinché il medico non incorra in contestazioni da parte dei cosiddetti genitori.

L’ Unborn Child Protection from Dismemberment Abortion Act  è la prima legge che protegge i bambini da questa crudeltà e ci auguriamo che abbia il potere di trasformare il paesaggio della politica sull’aborto negli Stati Uniti.

Ovviamente ai pro-choice disturba che le cose siano chiamate col loro nome… http://www.americanthinker.com/blog/2015/04/liberal_media_struggles_to_find_name_for_dismemberment_abortions.html

Fonte: https://www.lifesitenews.com/news/kansas-becomes-first-state-to-ban-dismemberment-abortions

Annunci