La critica di Manuel Half

La critica di Manuel Half

“(…) Una cosa è da chiarire: non è che siccome i figli di coppie o singoli gay esistono, allora bisogna riorganizzare il mondo per non discriminarli. E’ il contrario! Il loro è un metodo che hanno messo in atto in tutti i paesi: iniziare a “fare” figli prima che i governi riconoscano matrimoni e adozioni gay, per obbligarli a cedere di fronte al dato di fatto. Non siamo noi ad essere retrogradi rispetto ad altri paesi. Sono loro i criminali che utilizzano i bambini per imporre con la forza il loro mondo. Lo stesso con il matrimonio: se lo sai che in Italia non ti puoi sposare con persone del tuo sesso, perchè vai a chiedere il riconoscimento del tuo matrimonio che hai fatto all’estero? E’ perchè vuoi più diritti degli altri e non te ne frega niente della legge. Tu la legge la vuoi scavalcare e obbligare lo stato a riconoscere il tuo matrimonio indipendentemente da quello che c’è scritto nella Costituzione e che vale per tutti gli altri italiani. Vivono solo per prendersi delle rivincite rispetto a quella vita che è stata tanto taccagna con loro. E’ la storia del bruco che brucia le ali di tutte le farfalle per sentirsi uguale a loro. Bella soddisfazione.”. (Da un commento su Facebook)
Annunci