Gay, per quale motivo l’Onu vuole indottrinare i minorenni? Ecco la risposta

Gay, per quale motivo l’Onu vuole indottrinare i minorenni? Ecco la risposta

di Luigi Farinelli Gio, 06/02/2014 – 10:45
Ripropongo, tale e quale, il commento che avevo inserito per l’articolo precedente in materia di “Nazioni Unite”, immondo carrozzone mercantilista e ultralaicista mirante all’instaurazione di un nuovo ordine mondiale a guida elitaria. L’ONU e la EU, con le loro prediche ipocrite e le loro campagne per creare l’ “uomo nuovo”, stanno, fra l’altro, per sbolognare la pedofilia (il “filantropo” Soros, sionista Rotschild, impegnato a diffondere le ideologie ultralaiciste in Europa ha sovvenzionato la diffusione nelle scuole croate -con l’appoggio del governo di sinistra- di ideologie i cui propugnatori sono pedofili dichiarati, condizione per entrare nell’Europa unitaria) ed anche in Italia, alcuni deputati PD hanno cercato di intrufolare di nascosto anche i pedofili come personaggi “su cui non infierire e da proteggere” nella nuova legge (diktat europeo) che dovrebbe dare un “codice etico di espressione” per i giornalisti (moderno MinCulPop) , nelle scuole e sui posti di lavoro, a favore dei cosiddetti LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Omosessuali).
L’ONU è la stessa organizzazione che ha accusato in maniera infamante, con una delle sue burocrate femministe, l’Italia di essere un Paese dove le donne non sono sicure quando escono di casa, mettendola al livello di Paesi affetti da guerre civili e problemi sociali enormi: “peccato” che nella lista dei Paesi Europei che mette a confronto le Nazioni sul“femminicidio” (una delle truffe propagandate dal laicismo europeo e ONU) l’Italia sia esattamente al penultimo posto con una percentuale di casi delittuosi, sulla popolazione femminile, irrisoria (anche se un solo caso è di troppo).
Eppure le istituzioni e i media hanno fatto e continuano a fareo a gara, una gara stomachevole, per far sembrare il contrario, mai dando ai cittadini ignari cifre e dati VERI su questi argomenti che sanno solo di ideologia (antimaschile e antifamiglia). Peccato anche (senza virgolette) che le nostre Autorità, anziché confutare la cosa e MOSTRARE UNA BUONA VOLTA LE CIFRE ESATTE E NON, COME SEMPRE, LA VULGATA POLITICAMENTE CORRETTA (Vedi azioni del cosiddetto Ministero “Pari” Opportunità e di Napolitano, quale rappresentante dell’Italia) abbiano pure rincarato la dose, in maniera non solo autolesionistica ma addirittura vigliacca, sapendo esattamente che quelle cifre e quei dati sono fasulli (il tutto è per arrivare a distruggere la famiglia eterosessuale naturale a favore di ogni tipo di unione, purchè, come prescrive la gnosi massonica antinatalista, non si facciano figli).
Quando c’è un caso delittuoso su un totale dieci persone è il caso di preoccuparsi; quando i casi sono uno su centomila significa che gli attacchi sono diretti solo a demolire una Istituzione che sta molto sullo stomaco a quella perniciosa accozzaglia di burocrati massoni che governa le Nazioni Unite mantenute con i soldi dei Rockefeller e Rothschild.
Il Vaticano Sta sullo stomaco soprattutto perché ha tolto i finanziamenti a quella criminale organizzazione dell’ONU che si chiama IPPF (International Planned Parenthood Federation) che ha causato già il genocidio di 500 milioni di non nati nel ventre maternoe che non è ancora sazia di imporre abiette ideologie contronatura. Per non parlare dell’altro organismo ONU, l’UNICEF, accusato dalla rivista tecnica inglese LANCET di aver causato la morte di 600mila bambini all’anno nel periodo di gestione della radical femminista Carol Bellamy, dal 1996 al 2006, la quale anziché mandare medicinali essenziali contro la denutrizione ha speso tutto nello spaccio di preservativi, nella propaganda dell’aborto e nella spinta a togliere i bambini dall’educazione dei genitori per affidarla allo Stato (cosa che si sta cercando di imporre anche in Italia e in Europa), oltreché promuovere (V. “La donna a una dimensione” di Alessandra Nucci, pag 49) la campagna contro l’allattamento al seno ubbidendo allo slogan radical-femminista per il quale “le donne non sono mucche”!
E occorrerebbe un libro per elencare le sporche manovre denunciate dalla pro-life Dale O’Leary nel suo libro “la guerra del gender” che accusa “oscuri burocrati” dell’ONU (burattini della massoneria internazionale antinatalista) di impegno in raggiri e truffe per sbolognare attraverso le sue Conferenze Internazionali tutto il corollario delle ideologie più contronatura, speculando persino sulle difficoltà di traduzione (facendo per esempio passare la parola “genere” per “sesso” e così via) così da indurre gli Stati, con questi inganni, a far divenire queste pazzesche istanze leggi di Stato, quindi inattaccabili.
L’ONU, se venisse effettivamente divulgata la criminale campagna antinatalista a causa della quale l’Occidente sta già pagando le conseguenze (in economia e nella società) e tutte le altre campagne pagate dai miliardi delle multinazionali per favorire i loro loschi interessi mercantilisti, avrebbe le ore contate.
Purtroppo chi manda avanti l’ONU, inutile carrozzone dalle spese pazzesche, impedisce anche che si diffondano notizie in proposito e anzi, per coprire queste immonde campagne e iniziative, promuove cortine fumogene come quella della pedofilia nella Chiesa ma come al solito senza mai dare cifre corrette in percentuale per far capire la loro vera incidenza. Cortine fumogene che hanno lo scopo di distoglierne l’attenzione da ciò che l’ONU combina contro gli interessi del mondo, se non di quello mercantilista e ultralaicista che lo finanzia. C’è da dire che nel distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica ci riesce molto bene, prendendo per i fondelli l’intera umanità.
Annunci