L’amore del padre

L’amore del padre

I risultati di ricerche svolte nell’ultimo decennio in psicologia e in neuroscienze rivelano chele parti del cervello che vengono attivate quando le persone si sentono respinte sono le stesse che si attivano durante l’esperienza del dolore fisico.
Rohner afferma:“A differenza del dolore fisico, le persone possono psicologicamente rivivere il dolore emotivo del rifiuto più e più volte per anni”.Quando si tratta l’argomento dell’impatto dell’amore di un padre rispetto a quello di una madre, i risultati provenienti da più di 500 studi suggeriscono chei bambini sperimentano l’influenza del rifiuto da parte del padre come superiore rispetto a quello della madre. Un team di psicologi, provenienti da 13 nazioni che lavorano all’International Father Acceptance Rejection Project, ha sviluppato una spiegazione di questa differenza:i bambini e i giovani adulti tendono a fare maggiore attenzione a qualsiasi genitore che percepiscono avere una maggiore potenza interpersonale o di prestigio. Solitamente questo ruolo è relegato alla figura paterna, che da sempre svolge un ruolo fondamentale all’interno della famiglia. Non a caso tra i latini veniva annoverato col termine di Pater familias, inteso come il capo indiscusso di tutto il clan (parentado), a lui erano sottomessi la moglie, i figli, gli schiavi, le nuore. Su tutti aveva la patria potestas, potere che conservava vita naturale durante e che comportava amplissime facoltà insieme ad un potere punitivo che si estendeva fino al diritto di vita o di morte. Quindi, se un bambino percepisce suo padre come colui che ha maggior prestigio allora sarà proprio lui ad avere maggiore influenza nella vita del bambino, più di quanto potrebbe averne la madre.
Il messaggio di questa ricerca è che l’amore paterno è fondamentale per lo sviluppo di una persona. L’importanza dell’amore di un padre dovrebbe contribuire a motivare molti uomini ad essere più coinvolti nella promozione della cura del bambino. Inoltre, il riconoscimento dell’influenza dei padri sullo sviluppo della personalità dei propri figli dovrebbe favorire la riduzione dell’incidenza della atavica“colpa della madre”da sempre riconosciuta come totale fautrice dei un cattivo sviluppo psicologico della prole. La grande enfasi sulle madri e sulle cure materne in America hanno portato a una tendenza inappropriata a incolpare le madri per i problemi di comportamento e di disadattamento dei bambini quando, in realtà,i padri spesso sono implicati maggiormente rispetto alle madri nello sviluppo di problemi come questi.
BIBLIOGRAFIA:*.Ainsworth, M.D.S. (1995).L’attacamento nel ciclo di vita. Roma, Il Pensiero Scientifico.*.Bowlby, J. (1976).Attaccamento e perdita, Vol. 1: L’attaccamento alla madre.Boringhieri,Torino.*.Bowlby, J. (1978).Attaccamento e perdita, Vol. 2: La separazione dalla madre.Boringhieri, Torino.*.Bowlby, J. (1982).Costruzione e rottura dei legami affettivi, Raffaello Cortina Editore, Milano (2007).*.Bowlby, J. (1983). Attaccamento e perdita, Vol. 3: La perdita della madre, Boringhieri, Torino.*.Bowlby, J. (1989).Una base sicura. Applicazioni cliniche della teoria dell’attaccamento,Raffaello*.Cortina Editore, Milano.*.Lorenzini, R., Sassaroli S. (1995).Attaccamento, conoscenza e disturbi di personalità, Raffaello Cortina Editore, Milano.*.Khaleque, A. & Rohner, R.P (2012).Transnational Relations Between Perceived Parental Acceptance and Personality Dispositions of Children and Adults: A Meta-Analytic Review Personality and Social Psychology Review.
Annunci